attiliofraccaroeditore

Via della Pace, 37 - 36061 Bassano del Grappa / VI - Cell. 3498786961
e-mail: attiliolibri@libero.it info@fraccaroeditore.it

 


I nostri libri sono acquistabili tramite
le principali librerie virtuali


distributori per le librerie:
Francesco Rossi - Limena (PD) per le Tre Venezie
DIEST di E. Vigna - Torino (Tutta Italia)

So che Baxano la conoscon tutti.
Là sulla Brenta
dentro alle mura del suo splendido castello
s'è fatta amare lontano dai monti.
Ora è ricca, vuol se stessa Nobile.
Ma non dei nostri giorni
è il ricercar di Natali illustri.
Ben prima troverai di
chi camminò nel tempo.
Forse conosci il ponte e quel che li inebria.
E nulla o poco del suo pensar è ol S. Francesco.
Eppur...
tra i secoli delle sue mura
è custodita la gemma della memoria nostra,
''Archivio della città. ...

Autore:
settembre 2008

Correva con la forza della disperazione. Ormai non le restava altro, né fiato né speranza. Fuggiva da quel luogo odioso, che sapeva di morte e nel quale aveva lasciato un pezzo della sua vita. Fuggiva, ma per una sola ragione, poter tornare.
Scendeva il pendio boscoso a rompicollo, facendosi largo con le mani tra i rami dei cespugli che le frustavano le braccia, le gambe e il viso. Un solo pensiero la tormentava: tornare lassù e riprendersi quello che era suo, il suo bambino. L’aveva visto solo per un attimo, subito dopo averlo dato alla luce, poi glielo avevano portato via. Non aveva potuto nemmeno abbracciarlo. Le avevano detto che era morto, ma lei sapeva che non era vero. Maledetti!

Autore:
Silvano Ferraro
dicembre 2008

Questo libro raccoglie semplicemente dei ricordi, dei racconti sollecitati dalla medesima prima domanda: “Si ricorda il suo primo bacio?”
Ognuno è stato lasciato libero di raccontarmi ciò che desiderava, senza forzature, e quindi quello che leggerete spazia dal primo bacio alla severità della chiesa, dal lavoro in mezzo al carbone alla rottura delle acque, dalla scampata fucilazione al filò nella stalla.
Mi sono limitata a riportare in italiano ciò che mi è stato narrato in dialetto, senza aggiungere nulla di mio, senza utilizzare sinonimi, senza alterare per quanto possibile la punteggiatura, nel rispetto degli intervistati e di voi lettori, con cui voglio condividere ciò che quest’esperienza di ascolto mi ha dato.

Autore:
Cristina Obber
gennaio 2008
Chi siamo... da dove veniamo...
E' da tanto tempo che l'Amministrazione Comunale ha maturato l'idea di realizzare uno studio del territorio di Campolongo sul Brenta per divulgare la storia, documentandola, dalle origini dei segni dell'uomo ai tempi presenti, per evidenziarne le caratteristiche e le peculiarità e metterne in luce le bellezze logistiche ed antropologiche:

La disponibilità dei due autori, esperti studiosi che hanno vissuto e vivono il nostro territorio, hanno dato forma ad un progetto ambizioso ma attuabile di cui la presente opera costituisce la prima parte della trilogia programmata.

Un salto indietro nel tempo, alle lontane origini degli albori storici, per ripercorrere passo dopo passo, sentiero dopo sentiero, il cammino che ci ha condotto al presente e che ci ndivìca il futuro.
Autore:
Antonio Bonato
luglio 2008

Fin dai primi anni nei quali ho cominciato a dedicarmi con qualche passione allo studio, mi si era presentato alla mente il pensiero di scrivere la storia del mio paese natio. Accarezzando questa idea, cominciai a raccogliere ed annotare tutti quei fatti che ne avrebbero costituito il materiale.
Mi scoraggiava, è vero, il quasi assoluto difetto di documenti e memorie; eppure non mi perdetti di animo, e persistetti nel mio divisamento. Frugai in tutti gli archivi parrocchiali e municipali: lessi quante carte polverose e abbandonate trovai presso conoscenti ed amici: trascrissi date, nomi, cose che disparate come erano non rappresentavano alcun interesse; ma più tardi ordinate e confrontate con altre, venivano a portare un po’ di luce, dove prima non esistevano che tenebre.

Abate Domenico Brotto
ottobre 2008

Questo libro non racconta la Storia, la ascolta.
Un viaggio attraverso quaderni di aste e di bella calligrafia, la ginnastica del sabato e lezioni di economia domestica.
Ma anche tra le difficoltà affrontate, la forza e la fede per costruirsi il futuro.
C’è chi è diventato sindacalista, chi insegnante, chi camionista,  chi suora di clausura.
E chi, come Angelo, nato nel 1906, ha visto oscurarsi il cielo per gli aerei di due guerre e da  bambino giocava a palline, e quelle di vetro valevano doppio.


 

Autore:
Cristina Obber
dicembre 2009
Piante medicinali e commestibili dei nostri monti.
Con questo libro si è inteso aproffondire la conoscenza di tante belle piante e relativi fiori e fruttiche da febbraio a settembre si incontrano lungo i viottoli, sentieri, borghi, malghe, boschi ed alpeggi nelle piacevoli escursioni tra i nostri monti; sì, proprio quelli a nord del territorio bassanese, dalle colline al Pasubio, all'Atopiano di Asiago, al massiccio del Grappa fino alle Vette Feltrine, ai Lagorai ealle Dolomiti.
Autore:
Mario Busana,
Antonio Rossetto.
maggio 2009
Una passione...
Ah le passioni! Precoci o tardive che siano. Travolgenti, pericolose, coinvolgenti, senza limiti. .. Donne e motori gioie e dolori. Gioie e dolori di tipi scatenati che per motori e per le moto, in particolare, osano quasi l'impossibile.
Ah il fascino del limite!
Riguardo le donne...che dire?
La passione rivela aspetti sconosciuti di amici recenti e di antica data, li illumina di luce nuova.
La passione per le moto riunisce persone infinitamente lontane tra loro per radici e stili di vita, le attira come un lampione le falene. Il riscio di bruciarsi le ali non le sfiora...
... Retaggi di antichi cavalieri o nuovi >Ulisse alla ricerca della propria umanità.
La narrazione asciutta e quasi sincopatica tiene il ritmo, cedendo solo un poco alla poesia nel tratteggiare vicende e personaggi.

Autore:
Cristiano Baggio
dicembre 2009

Questo romanzo è ambientato nel 1980 nella Germania Ovest. Il protagonista, Carlo Candiani, è un italiano che lavora per la Business Canadian Bank di Vancouver che lo invia in un piccolo paese tedesco, per l’appunto Waspow, al fine di appurare se e’ possibile costruire in quel luoghi uno dei piu’ grandi centri turistici montani d’Europa. La banca, infatti, teme che dietro il mega prestito richiesto dai costruttori possa celarsi una colossale truffa e vuole andarci “coi piedi di piombo”. Appena arrivato a Waspow però Candiani si trova coinvolto suo malgrado in una efferata serie di omicidi dei quali si occuperà assieme al co-protagonista del romanzo, il capitano Hammer, comandante della polizia del posto. I fantasmi del passato di una piccola cittadina del centro-est della Germania, ai confini con quello che allora era il blocco sovietico, riaffioreranno fino all’incredibile epilogo.
Autore:
Raoul Bortolon
gennaio 2010

Mariella Lunardi è nata a Vicenza.
Sin da bambina ha respirato il bisogno dell’espressione più profonda dell’anima vivendo con il padre pittore e la madre poetessa.
Da trent’anni insegna nella scuola elementare, attenta a seminare la sensiilità verso la parola scritta.
Ai concorsi a cui ha partecipato ha ottenuto due primi premi nazionali, numerosi riconoscimenti e sagnalazioni.
I suoi testi poetici sono inseriti in varie antologie

Si avverte, nelle poesie di Mariella Lunardi, direi una spinta metafisica, quella di andare oltre la superficie, di scovare nella realtà, affidandosi alla forza dell’intuizione, per cui
“il cuore legge ciò che la ragione nasconde.”

Dalla Prefazione di
FRANCO RUINETTI

Autore:
Mariella Lunardi
ottobre 2009

Il Ventennio Fascista visto da una prospettiva inedita: con i discorsi di Mussolini o i grandi eventi dell'Italia, ma la vita quotidianadi un paese della campagna venta; la retorica de gerarchi fascisti rossanesi confrontata con i vissuti delle persone dell'epoca.

Franco Marchiori è nato a Bassano del Grappa nel 1972 e vive a Rossano Veneto. Si è laureato a Padova in Scienze dell'Educazione discutendo un atesi in storia locale, dalla cui rielaborazione è nata questa pubblicazione. Lavora come educatore professionale.

Autore:
Franco Marchiori
novembre 2010
In questa breve monografia Francesco Mezzalira ha cercato soprattutto di mettere in evidenza la continuità di una idea, quella di evoluzione, che non fu idea originale di Charles Darwin, ma che Darwin seppe trasformare in una teoria organica e ben documentata; nello stesso tempo viene sottolineato il fatto ch emolti sviluppi dell'evoluzione nel Novecento furono anticipati da Darwin, seppure con un tipico approccio prudent, problematico ed ipotetico. Si potrebbe quasi dire che, grazie alle attuali conoscenze, siamo oggi più "darwiniani " di quanto non potesse essere lo stesso Darwin alla sua epoca!

Autore: Francesco Mezzalira (1960) Laureato in Scienze Biologiche all'Università di Padova, é autore di numerosi articolie saggi.
Insegna Scienze Naturali presso il liceo "Giambattista Brocchi" di Bassano del Grappa.

No, non è la nostalgia a far scorrere la penna di Elsa Etro ad intingerla nel calamaio dei ricordi. Una memoria fresca, preziosa, saggia, di una saggezza costruita sull’esperienza, fissa gli istanti delle diverse età del tempo e le attualizza, le fa respirare nella contemporaneità, nell’oggi perché esse tornino a vivere, per un improbabile ed impercettibile “per sempre.
E’ una fotografia per nulla sbiadita di una piccola parte di una città, Bassano del Grappa, interpretata in un Veneto speso nella frenesia tra ascesa e declino, in cerca di origini salde, di tradizioni radicate e profonde.
Autore:
Elsa Etro
Bassano del Grappa
dicenbre 2010
Questo che il lettore ha in mano è un librò... Non si tratta di una boutade, come potrebbe sembrare, o semplicemente di un incomprensibile truismo (per chi preferisce l'inglese), quanto piuttosto della sola certezza che a proposito ne ha chi scrive. E' un libro perchè è composto di pagine debita-mente rilegate, è un susseguirsi di caratteri a stampa ordinati ed è corredato da uno splendido apparato foto-grafico, curato con la consueta maestria da Ruggero Dal Molin. Si tratta inoltre su Bassano durante la Prima Guerra Mondiale, di un "libro" appunto, non di uun'opera di storia.

Autori:
Paolo Pozzato
Ruggero Dal Molin
Bassano del Grappa
giugno 2010

 

Conco, le sue contrade, gli abitanti entro l'antica comunità di Marostica dal pololamento veneto e cimbro nel Medioevo ai tentativi per diventare comune e unirsi ai Sette Comuni nel Cinquecento.

Il versante meridionale dell'Atipiano durante i difficili secoli dell'insediamento di nuove famiglie venete e cimbre, la trasformazione del territorio, la formazione delle parrocchie, la nascita e diffusione dei cognomi.

Autore:
Dionigi Rizzolo
Bassano del Grappa
maggio 2011

Comunque la si valuti oggi, dopo la fine del secolo delle idiologie, non si può negare che essa sia stata il frutto di un'esigenza imprescindibile di giustizia e di equità sociale. Così come è difficile non subire la suggestione delle speranze e delle illusioni che la animarono.
E' certamente vero che oggi gli stessi abitandi di Cismon parlano mal volentieri di quel biennio, che piuttosto che contestualizzare e comprendere questa parte della loro storia preferiscono una buona dose di rassicurante obli, quasi si tratasse di "panni sporchi", che vanno necessariamente "lavati in famiglia". A noi però piace pensare che questa esperienza, come quelle successive al fascismo e poi della Resistenza e della repubblica sono componenti storiche ineludibili di quel tessuto umano e sociale che rappresenta la realtà veneta.

Autori:
Daniela CaenaroIldebrandoTollio
Bassano del Grappa
maggio 2012

 

Dopo il crollo degli Ezzelini il comune di Bassano mostra vivace capacità di ripresa. Gli Statuti del 1259 e 1295 sono il maggior affresco e miglior racconto di una comunità in evoluzione, della sua reviviscenza religiosa, economica, sociale.
Le carte statutareie ci parlano di di un centro aperto, cerniera tra mondo veneto e nord germanic. Nelle piazze si animano i mercati, nelle campagne, alacri, i lavori agricoli.
Il comune regola traffici dei diversi beni, tra cuivini, grani e legnami. Fioriscono gli artigiani, compaiono i feneratori ebrei e toscani. E' nutrita la presenza tedesca. Non mancano prostitute, esiliati politici, scomunicati eretici, lebbrosi e malsani.
Domina animi e pololo la tensione religiosa: sono presenti i francescani, la pieve di Santa Maria ospita l'abate; a nord sul brenta sono i benedettini, a est ...

Autore
Giovanni Battista Sandonà


Via della Pace, 37 - 36061 Bassano del Grappa / VI - Cell. 3498786961
e-mail: attiliolibri@libero.it info@fraccaroeditore.it

distributori per le librerie:
Francesco Rossi - Limena (PD) per le Tre Venezie
DIEST di E. Vigna - Torino (Tutta Italia)